Tecniche d'intervento

Sedute di psicoterapia a Bari

La psicoterapia a orientamento psicoanalitico ha le sue origini nella teoria ideata da Sigmund Freud, e si sviluppa poi con i suoi allievi, Carl Gustav Jung, Alfred Adler, Karl Abraham, Ella Sharpe, Melanie Klein, Otto Fenichel, Anna Freud, Heinz Hartmann e altri. La psicoanalisi parte dal presupposto che gran parte della vita mentale di una persona è inconscia e che gli elementi all’origine del disagio che può affliggere l’individuo sono causati da fattori di cui non si è consapevoli. 

Per la psicoterapia psicoanalitica il malessere, o sintomo, è visto come qualcosa che ha un senso e un significato perché rappresenta la manifestazione di un disagio interiore, da comprendere.
La psicologo si avvale di uno sguardo esterno alla problematica e alla conoscenza dei meccanismi della mente, e interviene per aiutare la persona a identificare e capire questi fattori nascosti, nonché ad avviare un reale processo di cambiamento, di risoluzione del malessere e di crescita personale.

Le finalità della psicoterapia

La psicoterapia psicoanalitica

La psicoterapia psicoanalitica valorizza l'unicità dell'individuo e il suo mondo interno, lavorando su fantasie, sogni, paure, speranze, desideri, immagine di sé e degli altri.
Le finalità di una psicoterapia psicoanalitica sono pensate secondo la persona che ci si trova davanti e non si riducono mai alla sola remissione dei sintomi. 

I risultati della psicoterapia

I risultati e agli effetti auspicabili della psicoterapia variano da un paziente a un altro.
Ogni sintomo o malessere portato, infatti, è peculiarmente inserito nella storia della persona, nel suo carattere e nella sua particolare situazione di vita.

Gli obiettivi della psicoterapia

In generale la psicoterapia si pone i seguenti obiettivi:
  • comprendere la propria storia personale, le motivazioni e le circostanze della propria vita
  • raggiungere un senso di libertà personale, di autonomia e di controllo della propria vita
  • arrivare a una conoscenza completa della propria identità: chi si è, in cosa si crede, come ci si sente e cosa si vuole
  • accrescere l'autostima
  • riconoscere, esprimere e padroneggiare emozioni e sentimenti
  • sviluppare la capacità di far fronte alle avversità della vita
  • attenuare i sintomi
  • riuscire ad amare, lavorare e ad avere relazioni mature
  • provare piacere e serenità, mettendo in luce i modi in cui una persona pensa che la felicità possa essere raggiunta

Richiedi una prima consulenza di psicoterapia tramite il modulo di contatto

Share by: