Richiedi un appuntamento per una prima visita di consultazione

*Campi obbligatori

Contattaci

Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

Studio di psicologa e psicoterapeuta a Bari

Lo studio della dottoressa Roberta Addabbo si trova a Bari.
In un ambiente rilassante, confortevole e protetto, la psicologa e psicoterapeuta accoglie chiunque abbia bisogno di aiuto per superare e risolvere un periodo difficile o problematico della vita, per superare la paura della "crisi" e vivere con consapevolezza.

Crisi, parola di derivazione greca dalle diverse sfumature di significato, lascia trasparire il senso nascosto ma fondamentale della comparsa del momento critico nella propria esistenza. 
La crisi giunge per indurci a un cambiamento! Per questo il suo ingresso nella nostra vita è positivo, offre l'occasione di una sana riflessione e di un reale discernimento.
Se accolta e integrata, la crisi diviene il presupposto per una crescita interiore. 

Presso lo studio di psicologa e psicoterapeuta, la dottoressa Addabbo offre un aiuto concreto, un percorso orientato a un reale miglioramento personale, attraverso la raccolta e la correlazione di dati e informazioni. Rivolgersi allo psicologo è un passo importante per occuparsi della propria salute e per raggiungere uno stato di benessere ottimale. 
Richiedi un primo incontro

Psicologa e psicoterapeuta

Roberta Addabbo è laureata in Psicologia Clinica dello Sviluppo e delle Relazioni presso l'Università degli Studi di Bari.
Di seguito le sue mansioni e specializzazioni: 
  • Sono laureata in “Psicologia Clinica dello Sviluppo e delle Relazioni” presso l’Università degli Studi di Bari
  • sono iscritta all’albo degli psicologi/psicoterapeuti della Regione Puglia sezione A al n°3088;
  • sono specializzata in Psicoterapia Psicoanalitica in ambito individuale, di gruppo presso la scuola quadriennale C.O.I.R.A.G.(ai sensi degli art. 3 e 35 della Legge n.56 del 18.02.1989); 
  • sono psicodiagnosta Rorschach secondo il metodo Scuola Romana Rorschach e in altre tecniche d’indagine della personalità in ambito clinico e peritale: MMPI-2, WAIS-R, BENDER, FIGURA UMANA;
  • sono consulente tecnico CTU-CTP nei procedimenti di risarcimento del Danno;
  • sono consulente tecnico CTU-CTP per l'affidamento dei minori;
  • sono membro dell'Associazione Italiana di Psicodiagnostica Rorschach e Psicologia Forense e 
  • sono menbro della Società Italiana di Psicologia dell'Emergenza Social Support Puglia “Sipem Sos Puglia”; 
  • sono Amministratore di Sostegno (legge 9 gennaio 2004 n. 6)

Detrazioni Fiscali prestazioni psicologiche e Sistema Tessera Sanitaria

Il Ministero della Salute ritiene equiparabili le prestazioni professionali dello psicologo e dello psicoterapeuta alle prestazioni sanitarie rese da un medico, potendo i cittadini avvalersi di tali prestazioni anche senza prescrizione medica. 
È pertanto possibile secondo l’Art. 15comma 1,lettera c)del Testo Unico della Imposte sui redditi, detrarre le spese sanitarie riconducibili alle attività svolte dai professionisti psicologi, esenti da IVA, nella misura del 19% da indicare nella dichiarazione dei redditi. 
Le prestazioni psicologiche detraibili ed esenti IVA sono: 

• Sedute di anamnesi e psicodiagnostica
• Colloqui psicologici, consulenza e/o sostegno 
• Somministrazione di test 
• Sedute di psicoterapia individuale, di coppia, familiare e di gruppo
• Certificazioni e relazione breve di trattamento 
• Certificazione e relazione breve psicodiagnostica
• Perizie psicologiche 
• Attività di prevenzione
Con Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef) del 1.9.2016 pubblicato nella G.U. n. 204 del 13.9.2016 gli iscritti agli ordini professionali degli PSICOLOGI sono obbligati, a partire dal 1.1.2016, alla trasmissione delle prestazioni sanitarie effettuate nei confronti di tutti i soggetti PERSONE FISICHE al Sistema Tessera Sanitaria.
I dati sanitari da inviare riguarderanno il codice fiscale dei soggetti nei confronti dei quali si effettuano le prestazioni sanitarie e l’importo annuale delle stesse riferito a ciascuno di essi nell’anno di riferimento, senza entrare nella specificità della prestazione resa e riconducendola nella generica dizione “spesa sanitaria”. Con ciò salvaguardando i principi posti a base della tutela della privacy;
 Lo stesso contribuente potrà manifestare la propria OPPOSIZIONE all’utilizzo delle informazioni in possesso dell’Agenzia delle Entrate e quindi non consentire alla stessa l’inserimento delle spese sanitarie nel 730 precompilato. Al contribuente che manifesterà la volontà di opporsi all’utilizzo dei dati non sarà preclusa però la possibilità di detrarsi le spese sanitarie quali oneri detraibili inserendole, autonomamente, nella propria dichiarazione dei redditi.


CODICE DEONTOLOGICO DEGLI PSICOLOGI ITALIANI

Contatta lo studio per richiedere un primo appuntamento 

Share by: